Le progressioni verticali sono vere e proprie assunzioni, da programmare coi fabbisogni.

La recente riforma dell’articolo 52, comma 1-bis, del d.lgs 16572001 (accompagnata dalle illegittime clausole dei contratti collettivi che hanno introdotto forme speciali di progressione verticale) ha destato in molti l’impressione che le progressioni verticali consistano in un istituto speciale, simile […]

» Leggi tutto

Progressioni verticali contrattuali come scelta del legislatore? No: è un’iniziativa esclusiva delle parti contrattuali

L’interessante contributo di Arturo Bianco sulle progressioni verticali offre un punto di vista circa la provenienza dell’articolo 13, commi da 6 a 8, del Ccnl 16.11.2022: si tratterebbe di una scelta del legislatore. Del resto, le parti stipulanti proclamano espressamente […]

» Leggi tutto

Colloqui valutativi per le progressioni verticali? Non condivisibile il parere Aran.

Nell’articolo “Progressioni verticali in deroga, legittimo prevedere per i candidati un colloquio valutativo”, Gianluca Bertagna e Salvatore Cicala informano che l’Aran, col parere 5318/2023 ritiene legittimo inserire un colloquio valutativo ai fini delle progressioni verticali. Ciò in quanto le progressioni […]

» Leggi tutto

Niente contrattazione sulle progressioni verticali

La decisione se avvalersi delle verticalizzazioni è rimessa unilateralmente agli enti. Sono ammesse le sole relazioni del confronto e dell’informazione su specifici aspetti Le progressioni verticali non sono oggetto di contrattazione. Per quanto questa affermazione possa apparire banale e scontata, […]

» Leggi tutto

Le conseguenze paradossali della tesi favorevole alle progressioni verticali in deroga al tetto del 50% delle assunzioni.

Il guazzabuglio creato dalla lettura, erronea, secondo la quale il Ccnl 16.11.2022 consentirebbe di svolgere progressioni verticali oltre il tetto imposto dall’articolo 52, comma 1-bios, del d.lgs 165/2001 e in spregio a molteplici disposizioni normative e indicazioni di Corte Costituzionale […]

» Leggi tutto

Il finanziamento dedicato non può giustificare progressioni verticali oltre i limiti fissati da leggi che attuano principi costituzionali

L’articolo 13, comma 6, del Ccnl 16.11.2022, nel disciplinare le progressioni verticali “straordinarie”, presenta molteplici dissonanze con le disposizioni normative connesse all’istituto. articolo 52, comma 1-bis, penultimo periodo del d.lgs 165/2001 articolo 13, comma 6, Ccnl In sede di revisione […]

» Leggi tutto
1 2 3