Esecuzione d’urgenza come metodo ordinario per assicurare tempestività?

L’esecuzione in ordinata in via d’urgenza non può essere una soluzione al problema della tempestività degli affidamenti. La ragione di questa ovvia affermazione appare evidentissima: l’urgenza è una situazione straordinaria ed eccezionale e non può di certo divenire regola ordinaria. Per altro, in ogni caso la consegna in via d’urgenza ...
/

Ipotesi di clausola contrattuale decentrata per gli incentivi funzioni tecniche

Assunto definitivamente (sempre forse...) che per dettare i criteri finalizzati alla ripartizione degli incentivi tecnici non occorre alcun regolamento perchè è una competenza rimessa alla contrattazione decentrata, si può finalmente provare a mettere ordine. I criteri debbono essere parte integrante del contratto decentrato integrativo, come prevedono gli articoli 3, commi ...
/

Le indicazioni equivoche dell’Aran sull’ultrattività dei contratti decentrati

Col parere 721/2024, l'Aran si avventura nel problema dell’ultrattività, proponendo una soluzione che però appare abbastanza sommaria e non appagante. La vicenda di cui si occupa il parere Aran 721/2024 è meglio percepibile se si prova a confrontare graficamente quel che è successo: Dentrato ultimo antecedente il Ccnl 16.11.2022Decentrato successivo ...
/

Danno da risarcire per reiterazione abusiva dei contratti di lavoro a termine.

1. Premessa. La recente sentenza n. 2992 del 1°febbraio 2024 della Corte de Cassazione, Sez. Lavoro, ha affermato che la tutela agevolata del lavoratore, sul piano probatorio ai fini del risarcimento del danno, in caso di abusiva reiterazione di rapporti a termine da parte della pubblica amministrazione, per essere conforme ...
/

La querelle sulla decisione a contrarre e sull’atto unico (negli affidamenti diretti)

La questione posta da Luigi Oliveri, in tema di decisione a contrarre e affidamento diretto, con l’articolo “Affidamenti diretti e atto unico finale: effetti della digitalizzazione” pubblicato sul quotidiano del 26/02/2024, effettivamente è molto interessante. La “pretesa” di ritenere la decisione a contrarre (come atto che si colloca a monte ...
/

Alcune ipotesi di danno erariale a carico del RUP nel corso dell’esecuzione di appalti pubblici

Ricoprire il ruolo di responsabile unico del procedimento, ora responsabile unico del progetto, comporta pochi onori e molti oneri. E’ quanto si ricava dalla lettura della giurisprudenza amministrativa e contabile in merito. Focalizzando l’attenzione alla giurisprudenza delle sezioni regionali della Corte dei conti, si evidenziano significativi arresti in cui è ...
/

Finalmente anche il Mit se ne accorge: niente regolamento per gli incentivi funzioni tecniche

Finalmente, anche al Mit si sono accorti che il d.lgs 36/2023 ha eliminato il regolamento come fonte della disciplina dell’erogazione degli incentivi. Il parere 26/02/2024, n. 2393 torna sulla questione e indica che il Ministero ha deciso di intraprendere la strada interpretativa corretta: “l'art. 45 del D.Lgs. n. 36/2023 non ...
/

Le faq sugli appalti da parte delle PA non possono modificare i contenuti del bando di gara

Le FAQ di risposta a dubbi interpretativi rese disponibili da un’amministrazione possono solo fornire dei chiarimenti sulle clausole del bando, mentre non possono apportare alcuna modifica sostanziale alle regole della procedura. Lo ha chiarito il Consiglio di Stato, sez. IV, nella sentenza n. 11198/2023. Si precisa che i principi enucleati ...
/

Visits: 13940