Il Garante si avventa sull’intelligenza artificiale?

Come riportato in data odierna sul suo sito istituzionale, il Garante per la protezione dei dati personali ha indirizzato una segnalazione al Parlamento e al Governo, evidenziando la propria idoneità ad occuparsi dell’attuazione del Regolamento europeo sull’intelligenza artificiale coerentemente con l’obiettivo di un livello elevato di tutela dei diritti fondamentali.

L’incidenza della questione sui diritti, si osserva nel comunicato, suggerirebbe di attribuirne la competenza ad una istituzione come il Garante, caratterizzato da requisiti d’indipendenza stringenti, anche in ragione della stretta interrelazione tra intelligenza artificiale e protezione dati nonché della competenza già acquisita in materia di processo decisionale automatizzato.

La sinergia tra le due discipline e la loro applicazione da parte di un’unica Autorità, quindi, sarebbe determinante per l’effettività dei diritti e delle garanzie sanciti.

Autore

Views: 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *