Il rendiconto anticipa le certificazioni

Anche quest’anno, insieme al rendiconto della gestione, gli enti locali devono districarsi fra diverse certificazioni obbligatorie, i cui termini di scadenza sono differiti rispetto a quello del 30 aprile, ma che di fatto devono essere predisposte entro tale data sia perché in qualche caso vanno allegate alla deliberazione consiliare, sia per evidenti ragioni di allineamento dei dati.

Si tratta in particolare delle seguenti:

1) certificazione COVID-19/2022 di cui all’articolo 13, comma 3, del decreto legge n. 4/2022 e relativo DM di attuazione n. 242764 del 18 ottobre 2022. Essa deve essere trasmessa al Mef entro il 31 maggio 2023, ma dai suoi risultati dipende la corretta quantificazione delle quote vincolate del risultato di amministrazione da approvare con il rendiconto. Da notare che quest’anno il legislatore non ha riproposto le norme che, nel 2020 e nel 2021, consentivano di adeguare le risultanze del rendiconto alla certificazione COVID senza necessità di ripetere il passaggio in Consiglio, ma previa semplice determinazione del responsabile del servizio finanziario;

2) certificazione sull’utilizzo delle quote del fondo di solidarietà vincolate al potenziamento dei servizi sociali comunali (art. 1, comma 792, della legge n. 178/2020 e DPCM 1 luglio 2021). La certificazione e la relativa relazione debbono essere allegate al rendiconto e inviate entro il 31 maggio 2022 con modalità telematica a SOSE S.p.A.; 

3) certificazione sull’utilizzo delle quote del fondo di solidarietà vincolate al potenziamento del servizio di asilo nido (art. 1, comma 172, della legge n. 234/2021 e Nota metodologica “Obiettivi di servizio asili nido e modalità di monitoraggio per la definizione del livello dei servizi offerto” approvata dalla Commissione Tecnica per i Fabbisogni Standard in data 27 febbraio 2023). Anche in tal caso, la scadenza per invio a SOSE è il 31 maggio, ma la certificazione deve essere allegata al rendiconto;

4)  certificazione sull’utilizzo delle quote del fondo di solidarietà vincolate al potenziamento del servizio di trasporto per studenti disabili (art. 1, comma 174, della legge n. 234/2021 e Nota metodologica “Obiettivi di servizio trasporto scolastico di studenti disabili e modalità di monitoraggio per la definizione del livello dei servizi offerto” approvata  dalla Commissione Tecnica per i Fabbisogni Standard in data 27 febbraio 2023). Anche in tal caso, il termine per trasmettere i dati a SOSE è il 31 maggio, ma la certificazione non è da allegare al rendiconto.

Il Rendiconto dovrà, poi, considerare la rendicontazione del fondi Pnrr/Pnc e quella delle sanzioni per violazione del codice della strada (da inviare, sempre entro il 31 maggio, al Ministero dell’interno).

Autore

Visits: 183

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *