Legittimo licenziare il dipendente pubblico che va in pausa pranzo senza timbrare

La Corte di cassazione dichiara che può incorrere nel licenziamento non solo chi timbra il cartellino o se lo fa firmare da un collega e poi non è sul posto di lavoro, ma anche chi, dopo essere entrato in ufficio, ne esce nella pausa pranzo senza timbrare l’uscita.

Autore

Views: 173

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *