PNRR: focus sul traguardo

Il nuovo decreto sul PNRR sposta l’attenzione sul traguardo finale, ridimensionando le tappe intermedie. Ora, in caso di ritardi, i poteri sostitutivi saranno evitati se il target finale non è compromesso e il soggetto attuatore dimostra capacità di completare l’intervento entro i termini stabiliti. Il monitoraggio costante impone agli enti di aggiornare lo stato di avanzamento entro un preciso termine. Le sanzioni sono limitate, con il recupero delle risorse applicato solo a investimenti non impegnati alla decisione comunitaria, escludendo ritorsioni più gravi.

Autore

Visits: 20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *