Incentivi tecnici e somma urgenza

Per lavori eseguiti in somma urgenza, richiedenti particolari competenze tecniche e affidati in vigenza del decreto legislativo n. 50/2016, sarebbe possibile applicare l’istituto degli incentivi per le funzioni svolte dal personale interno all’amministrazione nella sola fase di esecuzione? Secondo l’Ufficio di Supporto Giuridico del MIT (parere n. 2444/2024) la risposta da dare sarebbe negativa. Si dovrebbe considerare, infatti, l’orientamento formulato da varie Sezioni della Corte dei Conti in sede di controllo, secondo il quale «Le funzioni tecniche svolte da dipendenti in procedure di somma urgenza…, non sono incentivabili, per cui “Le procedure eccezionali e non competitive sono sottratte all’incentivazione». A nulla rileverebbe, poi, che il nuovo Codice del 2023 non porrebbe limitazione alcuna all’applicazione dell’istituto degli incentivi in relazione alle procedure di affidamento (procedura aperta, ristretta, competitiva con negoziazione, affidamento diretto anche senza consultazione di più operatori economici, procedura in caso di affidamento in somma urgenza e di protezione civile ecc.), rilevando esclusivamente l’attività realmente svolta.

Autore

Views: 51

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *