Rispetto per i CAM!

Nell’ambito di una controversia sorta da una vicenda regolata dal Codice dei contratti pubblici del 2016, il TAR Venezia, sez. III, sentenza n. 417/2024, ha precisato che, alla luce di quanto disposto dall’art. 34 del medesimo, i criteri ambientali minimi dovrebbero ab origine essere contenuti nei bandi di gara, data la natura cogente delle disposizioni che ne impongono l’introduzione. In particolare, le disposizioni in materia di C.A.M., lungi dal risolversi in mere norme programmatiche, costituirebbero obblighi immediatamente cogenti per le stazioni appaltanti.  

Autore

Visits: 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *