Lo stravolgimento del principio del risultato come legittimazione alla giurisdizione di merito

Che il codice dei contratti contenga enunciazioni dei principi generali ivi posti da un lato velleitarie, dall’altro atecniche e dall’altro sibilline ed aperte sostanzialmente a qualsiasi interpolazione interpretativa ed applicativa, lo si sostiene da tempo. Talmente ampli, astratti e generici […]

» Leggi tutto

La concorrenza subordinata al risultato? Il codice dei contratti è contrario all’ordinamento europeo

Scrive Carmine Volpe, Presidente Aggiunto del Consiglio di Stato, nell’articolo “Il nuovo Codice dei contratti pubblici: dall’emergenza del modello Genova a nuove procedure di ordinaria efficienza per la competitività sul mercato”, reperibile qui: “Due brevi considerazioni sui principi. L’art. 1, […]

» Leggi tutto

Appalti: sempre più chiaro il rischio del travisamento e dello sviamento dei principi enunciati dal codice

Nell’articolo pubblicato su NT+ del 27.6.2023, titolato “Codice appalti, Fondazione Visentini: i principi generali diventano regole”. Claudio Contessa sintetizza alcune prime posizioni interpretative, orientate a considerare detti principi come regole operative immediatamente precettive e “giustiziabili”. Una concezione oggettivamente poco condivisibile […]

» Leggi tutto

Gli affidamenti fiduciari non esistono, nel codice. Ma, nella pratica? E in esito al contenzioso?

Come non condividere lo scritto del Consigliere Gianluca Rovelli “Affidamenti diretti: troppi equivoci”, pubblicato su Il Sole 24 Ore del 5.4.2023, ove afferma che “Gli affidamenti diretti non sono “fiduciari””? Non dovrebbe, in effetti, costituire una scoperta constatare che l’affidamento […]

» Leggi tutto

Negli affidamenti diretti bisogna rispettare i principi generali. Il repetita iuvant del TAR Friuli.

Che la confusione negli affidamenti diretti regni sovrana è, ormai, un dato di fatto. La corretta applicazione di questo istituto, oggi, trova un suo fondamento solo in via giurisprudenziale e dottrinale. Ed anzi, sovente è proprio l’interpretazione di quest’ultima, la […]

» Leggi tutto

Nuovo codice dei contratti: anche nel sottosoglia le procedure ordinarie restano sempre possibili e legittime

Nell’articolo pubblicato su NT+ del 24.1.2023, dal titolo “Sottosoglia, con il nuovo codice obbligatorie le scorciatoie del decreto Semplificazioni”, Roberto Mangani sostiene che una volta efficace la riforma degli appalti nel sottosoglia non sarà ammissibile selezionare gli appaltatori con le […]

» Leggi tutto